“Su questo punto noi prendiamo ispirazione dalle parole di Jung: “Gli Dèi sono diventati malattie”. Jung ci sta indicando che la causa formale dei nostri malesseri e delle nostre anormalità sono delle persone mitiche; le nostre malattie psichiche non sono immaginarie, bensì immaginali (Corbin). Sono anzi malattie della fantasia, sofferenze delle fantasie, di realtà mitiche, l’incarnazione di eventi archetipici.”

                                                    James Hillman, “La vana fuga dagli Dèi”, ed. Adelphi