I SEMINARIO DI ARCHITETTURA CURATIVA
Ortigia Master School

per un’architettura che Cura, per un’architettura come cura della Bellezza, dell’Armonia, della Salute e del Benessere

11-12 Ottobre 2018

due giorni di formazione nella meravigliosa Ortigia
lezioni, seminari, conversazioni tematiche, casi di studio

in collaborazione con e presso la sede
SDS di Architettura di Siracusa (Università degli Studi di Catania)
Piazza Federico II di Svevia

con il patrocinio e gli auspici
Ordine degli Architetti di Siracusa

La C.I.A.C Confederazione Internazionale per l’Architettura Curativa insieme all’Istituto James Hillman – Scuola Master Internazionale di Studi sull’Anima, propone la nascita del primo Seminario di Formazione (Ortigia Master School) in “Architettura Curativa

Il seminario, attraverso il metodo dialettico e la didattica del coinvolgimento e della stimolazione partecipativa, si rivolge agli architetti e ai professionisti dell’ideazione, della progettazione e della costruzione, agli studenti della Scuola (facoltà) di Architettura dell’Università di Catania, SDS di Siracusa e di altre Università, sia, come “luogo” aperto e condiviso, a tutti coloro che a vario titolo e/o provenendo da ogni più diverso percorso accademico e di vita intendono acquisire i fondamenti e gli strumenti per un’architettura che cura e che offre Salute, Armonia, Bellezza, Benessere

Questo percorso non può prescindere da una Filosofia del Sé, ispirata all’oracolo delfico del “Conosci te stesso”, in grado di far germogliare quei nuclei psichici profondi, essenziali sia per la conoscenza di sé, sia per lo svolgimento positivo della professione dell’Architetto – dalla conoscenza degli elementi naturali, anche nel loro significato simbolico, alla psicologia delle forme, dei materiali, dei colori, dei numeri, fino alla scoperta e al riconoscimento del genius loci e dei suoi diversi linguaggi -, capaci di soddisfare l’esigenza di vivere in luoghi, contesti e strutture più gradevoli, gioiosi, armonici, soddisfacenti e salutari, capaci di ridare piacere abitativo

Il seminario, raccogliendo gli spunti e gli stimoli che vengono dal rapporto fra architettura e salute psicologica e corporea – che adesso sta finalmente trovando un interesse sempre più fecondo e diffuso -, si propone come percorso agevolmente fruibile (due giorni) da tutti coloro che sono già impegnati professionalmente negli ambiti dell’ideazione, della progettazione e della costruzione abitativa, urbanistica e paesaggistica (architetti in primis, ma non solo), della decisione pubblica in materia (pubblici amministratori e policy makers), della cura della salute nella sua dimensione complessiva (psichica e corporea), dagli studenti in architettura

da un’idea e con la direzione di
Prof. Dott. Daniele Cardelli

durata e struttura della didattica
7/8 ore di didattica giornaliera (con pause)
per complessive 14/16 ore di corso

IL PROGRAMMA
l’anima dell’architettura e dei luoghi, politica della Bellezza e dell’Armonia

Obbiettivi del Seminario
Il Seminario intende offrire non soltanto quindi agli “addetti ai lavori” (architetti e studenti in architettura, professionisti della pianificazione e progettazione edilizia, abitativa e paesaggistica, decision makers – politici, legislatori, pubblici amministratori, funzionari degli uffici tecnici -, laureati in ambiti correlati) preziosi e fondamentali strumenti di lettura, comprensione ed operatività per un’
Architettura Curativa, capace di offrire Cura, cura della Salute, della Bellezza, del Benessere, in Armonia con il contesto paesaggistico, capace di offrire spunti, suggerimenti concreti ed esempi – con il supporto di prove, documenti fotografici ed audiovisivi – di come l’architettura possa essere sia causa e fattore fondamentale per la salute, psichica e corporea, per una vita psicologica soddisfacente e piacevole o, al contrario, come possa essere invece causa di malattia psichica e fisica, fattore di malessere, sofferenza psicologica ed emotiva, fonte di degrado e disagio sociale

Parte rilevante del seminario è il tentativo di definizione di “architettura curativa” e di “architettura ammalante”

Principali aree tematiche coinvolte ed affrontate
L’architettura come fonte di cura, salute, benessere; fondamenti psicologici dell’architettura (approcci e analisi dei casi); Inconscio e architettura: archetipi, miti e simboli nell’architettura; il linguaggio dell’anima in architettura: materiali, forme, colori, tecniche e stili che curano, come e perché; numeri e architettura: significati e proporzioni; l’individuazione e il recupero dell’anima dei luoghi: il genius loci come fondamento per ideare, progettare e costruire in armonia;
l’architettura dell’interiorità (o dell’Essere), omaggio al Demiurgo di Platone e al “Conosci te stesso”; la necessità per la salute di vivere in diretto contatto con la natura: più “verde urbano” e rapporto pieno ed equilibrato fra paesaggio e costruito; il gigantismo e il titanismo in architettura (le dimensioni mega, macro, iper) come fonti di malattia e stress; l’architettura del brutto che ferisce l’occhio e la psiche ed an-estetizza; “ architettura ammalante”: forme, dimensioni, tecniche costruttive, materiali nocivi per la salute; l’architettura come fonte di malattia (nosologia ed eziologia dei disturbi causati da un’architettura nociva), sofferenza psichica e fisica, disagio e malessere sociale; la depressione, il nihilismo e l’an-estetizzazione come sintomi e prodotti endemico-collettivi dell’ “architettura ammalante” (sull’“architettura scatolare” contemporanea e l’in-cubatura in architettura); terapie della “politica della bellezza e della salute”: urbanistica dei dettagli, a misura d’uomo; l’architettura della salute (medicina preventiva ed ambientale): il piacere di vivere e con-vivere qui in Terra; policentrismo psichico e città policentriche: critiche all’idea di periferia; la religiosità e il sacro del centro; sulla figura dell’architetto contemporaneo come “operatore della trasformazione” (tras-Form-azione: abbattimento e successiva eventuale ri-costruzione, diversa e ripensata, rigenerazione delle abitazioni, delle aree e dei luoghi, recupero, restauro, ripristino): dall’architettura di necessità all’architettura della bellezza e della salute; genesi e centralità delle Idee in Architettura

Docenti
Prof. Dott. Daniele Cardelli , Prof. Carlo Truppi

La quota di iscrizione e partecipazione per l’intero seminario è di € 150
per i professionisti dell’Ordine degli Architetti di Siracusa è di € 100
per gli studenti universitari SDS di Architettura di Siracusa (e studenti universitari) l’accesso è gratuito

Al termine del Seminario viene rilasciato un attestato e, su richiesta, attestazione di relativi crediti formativi professionali CFP (in accordo con l’ordine degli Architetti di Siracusa) e in collaborazione con la SDS di Architettura di Siracusa CFU per studenti universitari

LOCANDINA SEMINARIO

Iscrizioni, informazioni e contatti
Tel. 055.0191066 – dott.danielecardelli@gmail.com